Questo NON è il solito articolo con una lista di cose da fare per diventare una persona di successo.

E’ il frutto della mia esperienza. Di 20 anni di insuccessi.

Ma che ci possiamo fare, così è la vita.

Se penso al mio passato mi mangio le mani. Ho buttato via una sacco di tempo in cose stupide.

A partire dalla scuola, quando sono sempre stato considerato uno degli ultimi. Ero il classico tipo “suo figlio avrebbe le capacità ma non si applica”.

Però dentro di me ho sempre avuto il seme per un riscatto. L’ho sempre saputo.

Solo che una vicissitudine di dinamiche familiari e altre indefinite cose mi hanno sbarrato la strada. Sono comunque grato perchè questi impedimenti mi hanno fatto raggiungere risultati importanti.

Vorrei precisare una cosa: il successo per me non è essere intervistato in TV dalla D’Urso (che odio profondamente 🤣🤣🤣) ma portare a termine gli obiettivi quotidiani, diventare una persona migliore giorno dopo giorno senza competere con gli altri ma solo con me stesso. That’s it!

Intanto permettimi di presentarmi.

realizzazione sito web seo friendlyMi chiamo Diego e sono un digital marketer. Aiuto imprenditori e professionisti ad acquisire clienti e ad aumentare il fatturato. In questo blog parlo in modo semplice senza particolari tecnicismi delle strategie e delle tecniche di web marketing per ottenere risultati.

Se ti interessa l’argomento iscriviti al gruppo facebook dove pubblico contenuti su come sprigionare l’eccellenza che è in te e farti diventare una persona migliore per affrontare l’online, almeno spero 😅

L’obiettivo del gruppo facebook non è solo di darti delle nozioni di digital marketing, che puoi trovare dappertutto.

Ma di portarti al next level. Se imparerai a capire gli strumenti di digital marketing nel modo corretto sarò contento, ma il goal principale è farti diventare una persona che produce contenuti in prima persona. Un imprenditore o un libero professionista che diventa padrone del suo marketing e non delega a casaccio tutto alla web agency o al freelance di turno.

Ma bando alle ciance 😅😅😅

Questo è forse uno degli articoli più importanti per chi vuole diventare una persona di successo.

Se sei un imprenditore o un libero professionista sai quanto è importante oggi comunicare il proprio prodotto/servizio.

Possiamo comunicare producendo contenuti digitali: video, articoli, post, foto etc…

Produrre contenuti digitali come tante altre cose, ad esempio imparare una lingua, giocare a tennis, andare in bicicletta, praticare un’arte marziale, diventare un professionista di successo, è un’abilità che si che si impara in relazione al tempo.

Quanto tempo impieghi ad allenarti, quanto più diventerai bravo.

In questo articolo vorrei andare a fondo, spiegarti questo concetto e mostrarti un pezzo di conoscenza che mi ha illuminato.

Sono sempre stato un procrastinatore d’eccellenza, ho sempre saltato da uno sport all’altro da un’attività all’altra senza mai impegnarmi in qualcosa di importante, quando ero giovanissimo pensavo di essere il solo in queste condizioni.

Poi con il tempo ho scoperto di essere circondato da migliaia di persone come me e allora ho cominciato a chiedermi se non fosse un male diffuso e ho scoperto che è il male contemporaneo per eccellenza.

La società ci obbliga a essere così.

Studiando e praticando però ho scoperto come funziona questo meccanismo e mi sono accorto che per avere successo in quello che si fa, non c’è bisogno di essere dei super talenti, l’età non conta, puoi essere maschio o femmina, puoi venire dal paesino più sfigato d’Italia o del mondo, puoi avere zero esperienza in quello che stai per fare.

Insomma nessun fattore discriminante.

Puoi raggiungere il successo in ciò che fai solo con la perseveranza e l’allenamento.

Ti faccio l’esempio del tennis.

Cosa succede quando tu inizi a giocare a tennis?come raggiungere eccellenza tennis

Prendi la racchetta in mano ma non riesci nemmeno a stringerla correttamente nel palmo, non riesci a colpire la pallina, a imprimere la forza necessaria per mandarla al di la della rete.

Il tuo corpo è totalmente scoordinato. Il piede si muove da una parte, il busto nella direzione opposta, il braccio per conto suo.

Insomma un totale caos.

Ma con un maestro che ti insegna piano piano le basi, dopo qualche lezione, riesci a mettere insieme le varie parti del corpo per tirare un colpo decente.

In quel momento realizzi:

“Oh cavolo ho tirato un bel colpo” e senti un senso di soddisfazione che pervade dentro di te.

Questo senso di soddisfazione è una scarica di dopamina che rilascia il cervello.

La dopamina è anche detta “l’ormone del piacere e della ricompensa”, e è un neurotrasmettitore coinvolto nei meccanismi di ricompensa del nostro corpo.

La prima cosa che vuoi è ripetere quel colpo. Provi, provi e riprovi ma non ti riesce più e ti chiedi:

“Eppure ce l’ho fatta una volta, perché non riesco più”.

Fino a che, dopo una miriade di tentativi, ti viene un altro bel colpo, intervallato da altri brutti colpi.

Che cosa sta succedendo?

Il tuo cervello sta registrando tutti i tentativi errati e capisce piano piano cosa è che stava sbagliando. Si autocorregge.

Devi praticare un movimento non familiare centinaia di volte fino a che non lo registri nella memoria muscolare per fare sì che esca in automatico, senza pensarci.

Ecco, è così che funziona l’apprendimento.

A volte ti sembra di non fare nessun progresso di miglioramento, quando in realtà il tuo cervello sta lavorando in background.

Servono dei lunghi periodi di pratica in cui non succede niente (che gli americani chiamano plateau) prima di vedere un miglioramento e sentirti gratificato da ciò.

Produrre contenuti digitali è un processo, è un’abilità che si acquisisce con il tempo. Se vuoi  raggiungere l’eccellenza in questo campo devi fare un percorso di apprendimento che assomiglia a questo grafico:

plateau come diventare persone di successo

La linea che va da sinistra verso destra rappresenta il tuo grado di abilità che si innalza con il tempo.

C’è un punto di partenza in cui hai 0 abilità. Poi inizi ad allenarti fino a renderti conto di aver fatto un piccolo miglioramento che si concretizza in uno scatto in alto nel grafico. Poi un lieve declino seguito da un lunghissimo interminabile plateau.

Non c’è alternativa a questo percorso!

Imparare qualsiasi cosa ti porterà a realizzare brevi momenti di progresso alternati a brevi declini in cui torni a fare le cose un po’ peggio, ma sempre meglio del plateau precedente, poi un altro lungo plateau e così all’infinito.

Ogni volta che raggiungiamo il plateau, dobbiamo impegnarci per raggiungere nuovi livelli di competenza.

Continuare a perseverare senza sosta, senza sentirci frustrati cercando impazientemente la nuova scarica di dopamina.

Perché la maggior parte delle persone non ottiene il successo in quello che fa?

Iniziano ad andare in palestra e si ritirano, cominciano a fare la dieta e poi smettono, iniziano il percorso di apprendimento di una lingua e mollano quando non vedono più i miglioramenti.

Che cosa succede dentro la loro testa?

Succede che quando si trovano nel primo plateau, non ricevendo alcuna ricompensa veloce, abbandonano.

All’inizio ci mettono un enorme entusiasmo dovuto alla novità: una nuova relazione che da un pizzico di sale alla loro monotonia quotidiana, un nuovo lavoro gli permette di fare nuove conoscenze, un nuovo sport gli consente di provare dei nuovi movimenti.

Lo dicono a tutti, non vedono l’ora che arrivi la prossima lezione, ma quando si scontrano con il primo plateau non lo accettano.

È incomprensibile per la loro mente.

Ed ecco che l’entusiasmo svanisce in un batter d’occhio.

Cominciano a nascere mille dubbi.

“Questo sport è troppo competitivo”, “è troppo difficile”, “è terribilmente noioso”, “è pericoloso”, “non fa per me”, “l’insegnante non mi piace”

Sono attratti dalla novità, ma alla prima difficoltà si arrendono

Rimanere sulla strada per l’eccellenza vorrebbe dire cambiare se stessi

E’ più facile cambiare e riniziare il processo piuttosto che cambiare se stessi e uscire dalla loro zona di comfort.

Jung, lo psicologo, chiamava questo tipo di personalità Puer aeternus, l’eterno bambino.

Ti ritrovi anche tu tra questo tipo di persone? Nessun problema ci siamo dentro tutti. Io tuttora non ne sono uscito completamente anche se ci sto lavorando da molto.

La consapevolezza ci guarirà da questo male.

La nostra società è programmata contro di noi.

Ci ostacola a raggiungere l’eccellenza.

Tutto è programmato affinché noi riceviamo continui picchi di dopamina, l’ormone della felicità.

La pubblicità ci fa vedere i modelli super ideali lontani dalla realtà, la società consumistica ci spinge a comprare l’ultimo modello dell’iphone o di qualsiasi elettrodomestico, i social ci infondono piacere ogni volta che otteniamo like istantanei dopo aver pubblicato una foto. In più siamo bombardati da case history di successo, aziende e ceo che sui social mostrano il loro autoproclamato successo.

E cosa succede nella nostra mente?

La nostra mente è drogata di dopamina. Ne vuole sempre di più. Non si accontenta mai.

Funziona allo stesso modo della mente di chi assume droga come eroina e cocaina.

Le sostanze psicoattive contenute in queste droghe raggiungono rapidamente il cervello facilitando il rilascio di ingenti quantità di dopamina (o inibendo il suo riassorbimento). Ciò crea una sensazione di falso benessere che porta rapidamente alla dipendenza.

I momenti di estasi e benessere si alternano alla mancanza. Diventa un’altalena di alti e bassi. La vita reale assume un sapore amaro senza le scariche di dopamina.

Si può rappresentare con questo grafico

picchi di dopamina raggiungere eccellenza

Questo modo di intendere la vita però è molto pericoloso, perché alcuni di noi possono cadere in momenti di depressione che nel lungo periodo possono distruggerci.

depressione moderna

Perdiamo semplicemente il contatto con la realtà e sperimentiamo cambiamenti nell’umore come tristezza, solitudine, apatia, sensi di colpa etc.

La percentuale di persone che soffrono di depressione sembra aumentare costantemente nel tempo e, non a caso, l’OMS ha previsto che nel giro di pochi anni la depressione sarà la seconda causa di invalidità per malattia, subito dopo le malattie cardiovascolari.

Se ci chiediamo perché, la causa è evidente.

“Odiamo” i plateau. Non li accettiamo.

E invece dovremmo farlo perché si stima che il 90% del nostro tempo sia composto da plateau. Piuttosto che sentirti frustrato quando sei nel plateau devi imparare ad apprezzare il plateau, tanto quanto i momenti di progresso in cui avviene la ricompensa con conseguente scarica di dopamina.

Qual è la chiave del successo?

Piuttosto che aspettare sempre con ansia il prossimo scalino per ricevere una nuova gratificazione, dobbiamo imparare ad amare il plateau e continuare ad allenarci.

La regolare pratica di una disciplina ci porta inevitabilmente verso il successo. Si tratta di continuare a ripetere le stesse azioni finchè il nostro cervello non le interiorizza e le riproduce alla perfezione senza più pensarci attivamente.

Il successo si ottiene attraverso la pratica regolare, la preparazione e duro lavoro

Dobbiamo vivere il momento presente, le piccole gioie quotidiane.

Significa stare attenti (essere consapevoli) a tutto ciò che accade in questo preciso istante, adesso: odori, colori, suoni, sensazioni.

Ad esempio quando vado a giocare a tennis mi piace moltissimo preparare la borsa.

Mi piace arrivare al campo in fondo alla via correndo.

Godo del sole e dell’aria fresca sulla faccia.

Quando arrivo al campo non vedo l’ora di scambiare 2 parole con gli allievi della lezione precedente. Mi godo la lezione, l’odore delle palline, il suono della racchetta che colpisce la pallina. Adoro anche i momenti che idealmente sono poco piacevoli come raccogliere le palline da terra.

Per me il tennis è questo. Non è solo vincere le partite e ottenere scariche di dopamina.

Nella mia mente so benissimo che mese dopo mese, anno dopo anno miglioro sempre di più.

Nel content marketing è lo stesso.

Mi godo il momento in cui prendo in mano la penna e butto giù delle idee per fare il prossimo post o il prossimo video.

Adoro studiare e fare le mappe mentali.

Sono indescrivibili le sensazioni di quando ti vengono le idee illuminanti.

E’ bellissimo quando faccio altre cose e improvvisamente mi arriva un collegamento a cui non avevo mai pensato prima.

Continuo a praticare quando non mi riesce un video. Se non mi riesce un giorno, sarà meglio il giorno successivo. Alcune volte mi incaponisco che mi deve riuscire entro la sera, poi capisco che è un’aspettativa troppo alta. Ho bisogno di imparare nuove cose e riparto il giorno dopo con successo.

Mi aiutano i gesti e i rituali.

Le abitudini consentono di non interrompere la regolare pratica. Sono molto importanti.

Se sei alle prime armi ricordati che ogni volta che produci un contenuto anche se non lo pubblichi, acquisisci lo stesso nuove competenze e diventi sempre più bravo.

Fino a che con il tempo non riuscirai a diventare velocissimo.

In poche parole devi viverti la pratica in ogni momento assaporando qualsiasi sensazione, senza aspettarti un risultato, senza avere un’aspettativa troppo alta.

Il risultato arriva da solo con la pratica continua, mese dopo mese. In alcuni momenti sarai ricompensato con la consapevolezza di essere diventato ancora più bravo.

E di aver fatto un importante passo in avanti verso l’apprendimento di una nuova skill, una nuova competenza di altissimo valore che ti porterà al successo.

I migliori strumenti di web marketing

per dimezzare i tempi, eliminare fatica e moltiplicare i risultati

Inserisci la tua email per riceverli!

Privacy Policy

Controlla sulla tua email! Dovresti ricevere a breve il PDF

UNISCITI AL GRUPPO MAGNETIKO E SCALA IL TUO BUSINESS

Inserisci la tua email per iscriverti

Privacy

Controlla sulla tua email! Dovresti ricevere l'invito a iscriverti