Hai un negozio o un’attività locale?

Fornisci prodotti o servizi in una determinata area geografica?

Vuoi acquisire clienti dalle mappe di Google?

Se hai risposto di SI ad almeno 1 di queste domande, sei nel posto giusto! In questo articolo ti presento Google My Business, uno degli strumenti più efficaci per farti trovare da nuovi clienti.

Ti spiego cos’è e come fare ad aprire un’account Google My Business, ti do 9 consigli utilissimi a scalare le posizioni sulle mappe e massimizzare i risultati per la tua azienda. Cominciamo!

Cos’è Google My Business

Google My Business è uno strumento totalmente gratuito a disposizione di aziende e professionisti che vogliono dare uno slancio alla propria attività.

Permette di creare e gestire una scheda informazioni che appare quando i clienti digitano i nomi delle attività o le parole chiave contenenti una città. Ad esempio:

  • Idraulico Firenze
  • Garage Roma centro
  • Ristorante pesce Milano

Aiuta a ottenere maggiori visite al sito web e clienti facendosi trovare sulle mappe nel momento della ricerca.

Se non hai presente cosa è esattamente, ecco qui uno screenshot:

google my business cos'è come funziona e come ottimizzarlo

Nello screenshot qui sopra puoi vedere 3 colori per 3 risultati diversi:

#VERDE. Sono i risultati a pagamento, il pay per click. Quando vedi la scritta “Ann” un’azienda sta pagando Google affinchè venga visualizzato un annuncio in prossimità della ricerca effettuata.

#GIALLO. Sono i risultati naturali sulle mappe che si ottengono attraverso l’ottimizzazione di Google My Business.

#ARANCIONE. Sono i risultati organici naturali. Possiamo scalare le posizioni con la SEO (Search Engine Optimization)

Ho visto gente impazzire a ottimizzare il sito web per scalare le posizioni organiche su Google, quando in realtà basta ottimizzare al meglio la scheda Google My Business.

Poi ovviamente per le attività locali è molto importante essere sia sulle mappe che nei risultati organici.

Come funziona Google My Business. In base a quali fattori?

come funziona google my businessQuali sono i principali fattori per cui Google preferisce mostrare la tua attività piuttosto che un’altra? Eccone 3:

#1. PERTINENZA. Se un cliente digita “Idraulico”, Google mostra chi è un idraulico, non chi ripara persiane.

#2. DISTANZA. Google mostra chi è l’idraulico più vicino a dove viene effettuata la ricerca.

#3. NOTORIETA’. Google mostra gli idraulici più “conosciuti sul territorio”, cioè che ottengono maggiori link da altri siti web, ricevono recensioni positive e sono di aiuto all’utente.

Quale tra questi fattori viene privilegiato da Google è un pò casuale, dipende dal momento della ricerca.

Come aprire un’account Google My Business. Una guida step by step per inserire le informazioni nel modo giusto

Se sai già come aprire il tuo account, salta pure questa sezione e dirigiti subito alla sezione “8 consigli per ottimizzare il tuo account e ottenere risultati strabilianti” (link).

#1. INSERISCI L’INDIRIZZO. Per prima cosa devi andare su http://google.it/business. 

Premi il bottone verde “Prova ora” e inserisci il nome della tua attività. Inizia una procedura guidata in cui dovrai inserire tutte le informazioni sul tuo business: nome, email, indirizzo.

Se la tua attività è già presente nel database (a volte Google crea una scheda in automatico) puoi rivendicarne il controllo cliccando sul nome suggerito.

.indirizzo google my business

#2 INSERISCI IL RAGGIO DI COPERTURA. Arrivato a questa schermata, puoi decidere il raggio di copertura dei tuoi prodotti/servizi selezionando tra queste 3 opzioni:

  • Per posta o tramite corriere (indicato per attività che spediscono prodotti tramite posta, ad esempio ecommerce)
  • Raggio dell’area attorno alla sede della tua attività (qui puoi stabilire un raggio di km entro il quale fornisci i tuoi prodotti/servizi)
  • Aree specifiche (qui puoi inserire città, province o regioni nelle quali fornisci tuoi prodotti/servizi)

area copertura servizio

#3 SCEGLI LA CATEGORIA. Adesso puoi scegliere la categoria a cui appartiene la tua attività. Inizia a scrivere nel riquadro per ricevere suggerimenti da parte del sistema. Puoi scegliere anche più di una categoria.

scegli la categoria attività locale

#4 INSERISCI IL SITO WEB E IL NUMERO DI TELEFONO. Inserisci i dati di contatto correttamente.

sito web numero telefono google my business

#5 FATTI INVIARE LA CARTOLINA. Adesso Google vuole verificare fisicamente la tua attività, quindi vorrà avere una prova del fatto che esista davvero all’indirizzo selezionato. Ti invierà una cartolina con un codice sopra che dovrai inserire sul web. Ci possono volere dei giorni prima che questa cartolina arrivi, nel frattempo le funzionalità all’interno dell’account sono limitate.

Inserisci il cognome di riferimento affinchè il postino possa trovare la cassetta delle lettere e possa trovarti facilmente.

verifica attività cartolina google

#6 BENVENUTO NELLA SCHERMATA PRINCIPALE. Adesso sulla sinistra trovi il menu per gestire la tua scheda google my business. Alcune funzionalità saranno disattivate finchè non riceverai la cartolina.

schermata principale google my business

 

9 consigli per ottimizzare il tuo account e ottenere risultati strabilianti

Ok da adesso cominciamo a divertirci. Ti mostrerò 9 consigli per ottimizzare la scheda, migliorare il posizionamento sulle mappe e ottenere nuovi clienti.

#1. COMPLETA LA SCHEDA CON TUTTE LE INFORMAZIONI POSSIBILI. Fallo, è importantissimo! Inserisci:

  • come ottimizzare google my businessDescrizione della tua attività. E’ visibile in basso nella scheda Google MyBusiness. Dovresti utilizzare questa funzionalità per descrivere dettagliatamente cosa offri, cosa ti differenzia dalla concorrenza, un pò della tua storia e qualsiasi informazione che potrebbe essere utile ai tuoi clienti. Non puoi andare oltre le 750 parole.
  • Orari della tua attività. Inseriisci gli orari di attività, sono molto importanti per invitare i clienti a contattarti.
  • Foto. Inserisci le migliori foto di te imprenditore, del team, della tua azienda (interni ed esterni).
  • Video. Potresti avere tutte le immagini del mondo, ma un video è sempre un video. Rende molto meglio l’idea della tua azienda.
    Puoi caricare qualsiasi tipo di video, ma ovviamente dovresti mostrare i posti dove lavori e le persone che ci sono dentro. Se ne metti uno non pertinente alla tua attività, Google lo rimuoverà come da regolamento.
    I requisiti:
    • Può durare fino a 30 secondi
    • Può pesare fino a 100 Mb
    • Qualità uguale o superiore a 720px
    Non c’è bisogno che tu faccia qualcosa di sofisticato, potresti farne uno decente anche con lo smartphone. Può volerci fino a 24h prima che venga visualizzato sulla scheda
  • Listino Prodotti/Servizi. Puoi aggiungere il catalogo dei tuoi prodotti/servizi con relativi prezzi. Per adesso lo possono fare tutte le attività che sono registrate sotto le categorie “idraulici”, “elettricisti”, “web agency”, “fiorai”. Sono escluse tutte le altre categorie.
    Puoi inserire un’immagine, una descrizione e una lista di prodotti con il prezzo per ciascuno.
  • Sedi. Se hai nuove sedi inseriscile pure, google permette di inserire sulla mappa tutte le sedi secondarie che hai.

 

#2. ASSICURATI CHE I DATI INSERITI SIANO COERENTI.  La prima cosa a cui devi fare attenzione è che il tuo nome, il tuo numero di telefono e le parole chiave dei tuoi servizi siano le stesse dappertutto nel web (sia sul tuo sito, che sulle pagine gialle e altri siti di raccolta dati). Non ci deve essere nessuna variazione.

Se inserisci dati discordanti, Google potrebbe andare in confusione e di conseguenza penalizzare la visualizzazione della scheda (nessuno è perfetto, neanche Google ahaha

A volte anche sbagliare la parola chiave può essere determinante al non raggiungimento dell’obiettivo (per un’analisi delle parole chiave chiedimi consiglio).

#3. OTTIMIZZA LE IMMAGINI CON LE PAROLE CHIAVE. Quando inserisci le immagini della tua attività, assicurati di averle rinominate con le parole chiave relative ai servizi/prodotti offerti in modo da dare ulteriori informazioni al sistema. E’ molto importante!

#4. ASSICURATI CHE LA CATEGORIA SIA CORRETTA. Vedo spesso attività che sono collocate in categorie sbagliate, senza alcuna correlazione tra categoria e nome del servizio.

Così mandi in palla il nostro amico Google che non capisce nulla di chi sei e cosa fai, privilegiando le schede della concorrenza che invece sono compilate correttamente. Quindi assicurati che la categoria sia pertinente con i servizi/prodotti offerti.

#5. ASSICURATI CHE IL SITO WEB ABBIA UNA PAGINA DEDICATA A CIASCUN SERVIZIO. Google my business va a ricercare ulteriori informazioni sulla tua attività e il primo posto che va a controllare è il tuo sito web.

Assicurati che il tuo sito web contenga una pagina per ogni servizio svolto. In questo modo visualizzerà la scheda non solo per la tua ragione sociale, ma anche in corrispondenza di parole chiave digitate dall’utente.

Ti faccio un esempio concreto.

Se hai un garage parking a Firenze, e fornisci servizi di:

  • Parcheggio Firenze
  • Riparazione auto officina
  • Cambio gomme
  • Cambio olio

fai in modo che il tuo sito web contenga una pagina dedicata a ciascuno di questi servizi. E’ fondamentale per il posizionamento del singolo servizio.

#6. FAI LINK BUILDING LOCALE. E’ uno degli aspetti più sottovalutati ma determinanti al raggiungimento del risultato. Google valuta l’importanza della tua attività dalle citazioni (testuali o link) della tua attività su altri siti web. In pratica più vieni nominato e consigliato da altri siti web, più hai possibilità di apparire tra le prime posizioni nelle mappe.

“Link building” non è altro che la costruzione di link che vanno da altri siti web verso il tuo.

La prima cosa che devi fare quindi è costruirti i profili sui social più comuni (facebook, twitter, youtube, linkedin etc…), andare sul sito delle pagine gialle e inserire la descrizione della tua attività con link, creare networking con fornitori e collaboratori della zona e assicurarti che ti citino nel loro sito web.

recensioni google my business#7. OTTIENI PIU’ RECENSIONI POSSIBILI. Nella scheda Google my business c’è la sezione delle recensioni che non aspetta altro di essere compilata. Più recensioni ricevi, più positive sono, e più hai la possibilità di posizionarti sulle mappe di google.

Non ti devo certo dire quanto sono importanti le recensioni per la tua attività. Chiunque visita la tua scheda può leggerle. Giocano un ruolo cruciale per la tua credibilità.

Secondo uno studio americano circa l’84% delle persone credono alle recensioni online come se fossero raccomandazione fatte da amici.
Quelle negative possono minare fortemente la reputazione del tuo brand, mentre quelle positive potrebbero farti attrarre da numerosi potenziali clienti che altrimenti sarebbero indecisi se contattarti o meno.

Le recensioni sono visibili sia sulla google maps, sia sulla scheda Google MyBusiness e vengono rappresentate con le stelline arancioni.
Ricorda che puoi rispondere alle recensioni direttamente dal tuo pannello di controllo.

Ora probabilmente ti stai chiedendo come ottenere recensioni su Google. La cosa che io consiglio è di chiedere ai tuoi clienti.

Google non avrà nulla da ridire se lo chiedi in modo corretto senza forzature (evita di pagare per avere recensioni). Se non sai cosa chiedere ai tuoi clienti, leggi questo articolo su come ottenere recensioni su google my Business.

Comincia adesso a collezionare recensioni positive dai tuoi clienti soddisfatti! Ti aiuteranno a distinguerti e convinceranno i tuoi potenziali clienti a preferirti rispetto alla concorrenza.

#8. INSERISCI I DATI IN TUTTE LE PAGINE DEL TUO SITO WEB. Inserisci il nome, l’indirizzo e il numero di telefono della tua attività in ogni pagina del tuo sito web in modo da non nascondere chi sei e cosa fai a google.

Non riservare questa informazione solo alla pagina contatti, ma ad esempio potresti metterla nel footer affinchè appaia facilmente in tutte le pagine.

#9. INSERISCI I POST. I post di google my business rappresentano in tutto e per tutto degli annunci per la tua attività. Li puoi usare per promuovere nuove offerte, prodotti, servizi, eventi e qualsiasi cosa correlata con la tua attività.

Ancora in pochi li stanno utilizzando, ma sono veramente potenti in quanto possono indirizzare molto traffico sulle tue landing page.

Per pubblicare i post puoi usare immagini (dimensioni consigliate 590 x 445 pixel), testi (300 caratteri massimo), call to action e link al tuo sito web. Ma hanno un limite, se così si può chiamare: dopo una settimana scadono.

Di conseguenza non verranno più visualizzati nella scheda, ma li potrai comunque trovare solo nella cronologia dei post pubblicati, a meno che non li cancelli.